E’ sempre il mare a lavare le strisce di tutti i miei dubbi, le orme inutili lasciate dal mio camminare, i fili sottili delle abitudini che mi invischiano. Ogni volta mi dona energia e la chiave per riaprire le forme del mondo.

(Fabrizio Caramagna)

“perchè non rimaniamo qui e viviamo di niente?”Con la solita voglia di scoprire posti nuovi, abbiamo assaggiato quest’ altro piccolo pezzo di mondo fatto di semplicità. Alle spalle Roma e il lungo inverno..davanti a noi i vicoletti di Trogir e Spalato colorati del rosso del tramonto di splendide serate estive, i laghi e le cascate di Plitvice (che ho già mostrato in un precedente articolo), spiagge nascoste e acqua cristallina.

Hai presente quando sei in acqua e riesci a vedere i tuoi piedi come se l’acqua non ci fosse? Quello immediatamente qui sotto è il mare di Kava Beach-Slatine, una spiaggia che si raggiunge percorrendo una strada sterrata,un ambiente dove tutto è poco turistico, non ci sono infrastrutture ne elementi di disturbo, può non piacere a chi è abituato a tanti comfort, ma sicuramente piace a chi desidera trovarsi a tu per tu con la natura. Questo mare limpido in realtà chiede di non essere trovato per la difficoltà che abbiamo avuto per raggiungerlo, preserva così la sua bellezza.

Cos’ha da invidiare la Croazia ad altri luoghi dove ci concediamo le vacanze solitamente? Probabilmente la sabbia..per il resto è una perla. La sua lunga fascia costiera sul mar Adriatico ci invoglia a tornare.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *